Operazione “Shangai Money”

Operazione “Shangai Money”

16-12-2014 – Il segugio superspecializzato è sempre lui, il colonnello Francesco Ferace che alcune settimane fa aveva sgominato la banda della banconota da 300 euro.
Questa volta l’operazione è stata più complessa ed ha visto impegnati i Carabinieri della compagnia Piazza Verdi di Palermo e il comando antifalsificazione di Roma, che hanno scoperto un traffico di monete false provenienti dalla Cina e diffuse prevalentemente in Sicilia. Le monete false da 1 e 2 euro erano praticamente perfette, realizzate in lega magnetica e, come ammette lo stesso colonnello, praticamente impossibili da individuare.
I Carabinieri hanno sequestrato un container del valore di 556.000 euro, il doppio di quanto scovato in tutt’Europa nel 2013. Il carico proveniva dalla Cina ed era diretto verso il porto di Napoli.
I carabinieri hanno fermato dodici persone con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata alla falsificazione, introduzione nello Stato e spendita di monete falsificate, ma di esse solo il presunto capobanda è finito agli arresti.
Nonostante il buon esito dell’operazione “Shangai Money“, il colonnello Ferace ammette che il rischio sussiste ancora e il pericolo non è scampato.

Shangai-Money

Precedente Esito di gara ICS "I. Militi" di Saronno (VA)
Il prossimo Caos ai punti ristoro del Palagiustizia di Torino

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Nuova sede per Emmeti Italia

10-09-2014 – Dallo scorso 1° settembre la Emmeti Italia si è trasferita nei nuovi locali siti ad Acicatena, in provincia di Catania. Presente sul mercato dal 1982, la compagnia di gestione

Attualità Italia 0 Commenti

Carpi. Progetto Salvasalute: distributori automatici lontani dai minori

21-02-2019 -A Carpi, provincia di Modena, l’AMPAS – Associazione Medici per un’Alimentazione di Segnale, col supporto della rete italiana dei professionisti Gift e dell’amministrazione comunale, ha deciso di dire basta allo

Attualità Italia 0 Commenti

Nestlé. Firmato il contratto integrativo, ma montano le polemiche

30-07-2018 – Accordo raggiunto per il Gruppo Nestlé con la firma del contratto integrativo, valevole fino al 2021. L’intesa prevede benefici economici e miglioramenti delle condizioni di  welfare, con l’istituzione di

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.