Parte dagli States la rivoluzione del packaging delle acque PepsiCo

Pepsico09-07-2019 – A partire dal 2020 PepsiCo cambia il packaging delle sue acque minerali, passando dal Pet all’alluminio, una scelta dettata dalla necessità di ridurre l’uso della plastica a favore di materiali meno impattanti e più facilmente riciclabili.
Negli Stati Uniti, infatti, l’alluminio è il materiale maggiormente riciclato: 55% contro il 31,2% delle bottiglie di plastica (PET) e il 39,5% di quelle in vetro. Inoltre, le lattine di alluminio sono prodotte con il 70% di alluminio riciclato, mentre per le bottiglie viene utilizzato solo il 3% di plastica recuperata con la raccolta.

PepsiCo, nel voler dare il suo contributo all’ambiente, ha deciso di operare questa svolta, ponendosi anche come apripista per tutte le aziende del Beverage che volessero seguirne l’esempio.
Dal 2020, quindi, la linea di acqua frizzante Bubly e quella di acqua naturale Aquafina saranno confezionate in lattina, in attesa che tutto il packaging utilizzato dalla multinazionale sia realizzato con materiali riciclabili. Il che, come promesso, dovrebbe avvenire entro il 2025, una sfida che  il presidente e amministratore delegato di PepsiCo, Ramon Laguarta ha fatto sua, considerandola una priorità del suo mandato.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: