SaGa Coffee. Un passo avanti per la difficile situazione Gaggia

Mercoledì 19 gennaio, presso la sede della Regione Emilia-Romagna, alla presenza dell’assessore allo sviluppo economico Vincenzo Colla, si sono incontrati i rappresentanti dei lavoratori di Fim e Fiom e gli imprenditori Alessandro Triulzi della Tecnostamp e Raffaello Melocchi della Minifaber che avevano annunciato a dicembre l’intenzione di acquisire il sito produttivo della SaGa Coffee di Gaggio Montano, dove Evoca Group produce macchine per il caffè a marchio Gaggia.

Davanti alle istituzioni è stato presentato l’atteso piano di investimenti con i dettagli dell’operazione, un piano che sembra aver soddisfatto i presenti: si tratta dell’investimento di risorse che oscillano tra i 22 e i 25 milioni di euro da parte dei due imprenditori lombardi, con la possibilità di coinvolgere anche Invitalia, l’agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa che fa capo al MISE e che dovrebbe investire ulteriori risorse nell’operazione.
L’obiettivo dei sindacati è che venga garantita la copertura degli ammortizzatori sociali, che scadranno a fine gennaio, oltre che la progressiva integrazione dei lavoratori nella newco.
A questo proposito, è previsto per metà febbraio un nuovo incontro in Regione per definire attraverso quali forme di sostegno Evoca Group intende cautelare gli ex dipendenti, i quali dal 3 gennaio sono tornati a presidiare lo stabilimento.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: