Quando un bene strumentale viene dismesso

18-01-2018 – Come ci si deve comportare quando un bene strumentale cessa, per diversi motivi, di svolgere il proprio ruolo all’interno dell’attività ed è necessario disfarsene? Come bisogna comportasi da un punto di vista contabile?
Due sono i casi: il bene viene venduto o eliminato.
In caso di vendita, l’aspetto contabile è determinato dalla regolare procedura di fatturazione del bene stesso all’acquirente o dalla documentazione che attesta l’eventuale cessione del bene usato, non più utile, in permuta con altro bene nuovo.
Più complesso l’iter per quanto riguarda invece l’eliminazione del bene, che può avvenire su base volontaria (rottamazione o distruzione documentata) o su base involontaria, inerente quindi un’operazione di gestione straordinaria.
Se il bene strumentale va eliminato dal processo produttivo per cause estranee alla volontà dell’impresa (incendi, furti, calamità naturali), anche in questo caso l’eliminazione va documentata.
Ai fini fiscali vanno considerate due condizioni: se il bene è stato o meno interamente ammortizzato. Se il bene è stato interamente ammortizzato, basta stornarlo dal fondo di ammortamento; se il bene non è stato interamente ammortizzato,  occorre prima rilevare la quota infrannuale di ammortamento, stornare il fondo di ammortamento al conto del cespite e infine rilevare una insussistenza passiva per il residuo non ammortizzato.
Nell’articolo del dott. Nicola Napolitano, pubblicato sul portale www.fiscoetasse.com sono riportati due casi esemplificativi delle diverse condizioni in cui il bene strumentale può venirsi a trovare al momento della sua dismissione.

bene

bene

Precedente EVOCA al SIGEP con un'incredibile offerta per il Fuori Casa
Il prossimo Una multinazionale entra nel capitale di 101CAFFÈ

Autore

Potrebbe piacerti anche

Norme e Leggi 0 Commenti

San Marino. OK ai d.a. di profilattici nelle scuole

22-06-2016 – Il Consiglio grande e generale di San Marino con 23 voti a favore, 15 contrari e un astenuto decreta l’ok per l’introduzione di distributori automatici di profilattici nelle scuole superiori statali

Norme e Leggi 0 Commenti

CONFIDA. L’AdE conferma aliquota 10% per l’O.C.S.

22-11-2016 – Con la risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 103/E del 17 novembre 2016 si ribadisce la sostanziale assimilazione agli altri distributori automatici degli apparecchi funzionanti a cialde o a capsule,

Norme e Leggi 0 Commenti

Videosorveglianza? Non basta il consenso dei dipendenti

17-05-2017 – Con la sentenza n° 22148 del 9 maggio 2017 la Cassazione ha stabilito che non basta l’assenso dei dipendenti per poter installare un sistema di videosorveglianza, ma occorre che

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.