Vending a Km. 0. Il progetto “Massimo Cento”

12-10-2016 – Nato come spin off del Dipartimento di Management dell’Università di Torino, il progetto “Massimo Cento” è stato illustrato nel corso del Convegno “Responsabilità sociale d’impresa e consumo consapevole: il caso del Vending Sostenibile” organizzato da CONFIDA e dalla Scuola di Management ed Economia dell’Università di Torino.
Finanziato dal Fondo europeo per lo Sviluppo Regionale e dal Fondo europeo per lo Sviluppo Rurale, il progetto “Massimo Cento” è strettamente legato al territorio piemontese e, in collaborazione con la società di gestione GDA,  si pone l’obiettivo di valorizzare i prodotti della filiera locale, distribuendoli attraverso un canale innovativo e tecnologico quale è la distribuzione automatica.
Per favorire la filiera corta, i prodotti erogati nelle vending machine aderenti al progetto – circa 100 dislocate nel territorio piemontese – devono provenire da aziende attive nel raggio di “Massimo Cento” chilometri dal punto di erogazione automatica.
Il sistema, che è alla base del progetto, non solo garantisce la provenienza locale delle materie prime (frutta, latte, farina) ma, creando sinergia tra gli operatori, rappresenta anche un sostegno per l’economia regionale e per la sostenibilità, grazie alla riduzione dell’impatto ambientale legato ai trasporti.
Tutte le materie prime sono di origine biologica, lavorate senza aggiunta di additivi, conservanti e coloranti artificiali e secondo metodi artigianali.
In occasione del convegno di Torino, Pierantonio Bertolo, presidente della spin off, ha illustrato i risultati del progetto in questi termini:
Abbiamo costituito una rete di imprese e facciamo anche innovazione tecnologica per passare dalla scala industriale a quella locale. Accanto agli snack delle grandi marche sono comparsi gallette di mais, gelatina, frutta secca, rigorosamente piemontesi. È vero, per ora sono prodotti di nicchia, ma li affianchiamo a quelli classici e il mix funziona. Siamo nati da due anni e ora vogliamo estenderci.

Clicca sull’immagine e guarda il video!

massimo cento

massimo cento

Precedente Nestlé: stop all'importazione del caffè dal Sudan
Il prossimo Bando di gara IS "M. Perrone" di Castellaneta (TA)

Autore

Potrebbe piacerti anche

Sostenibilità 0 Commenti

Ochis Coffee, gli occhiali sostenibili al profumo di caffè

06-11-2018 – L’idea è di Max Gavrilenko, figlio di un ottico ma designer per professione, che ha unito i due ambiti creando Ochis Coffee, occhiali da sole realizzati utilizzando solo materie

Sostenibilità 0 Commenti

Per Coca-Cola l’obiettivo “Un mondo senza rifiuti” parte dall’Asia

03-10-2018 – A World without Waste (Un mondo senza rifiuti) è l’obiettivo che Coca-Cola si è prefissata di raggiungere entro il 2030, attraverso una serie di progetti che porteranno a raccogliere

Sostenibilità 0 Commenti

Le sneakers sostenibili dal riciclo di bottiglie di plastica e caffè

13-12-2018 –  Non è la prima volta che si sente parlare del designer tedesco Sebastian Thies, appartenente alla sesta generazione di una famiglia di imprenditori calzaturieri, per le sue idee

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.