Vuoi dimagrire? Metti burro nel caffè al posto dello zucchero!

06-03-2015 – È l’ultima novità in fatto di diete e arriva in Europa dopo aver contagiato i consumatori americani: mettere burro nel caffè al posto dello zucchero, ossia grassi piuttosto che zuccheri.
Sembrerebbe un controsenso ma, secondo alcune ricerche, un caffè arricchito con grassi basta da solo – e quindi sostituisce tutto ciò che si mangia a colazione – a far sentire sazi fino a ora di pranzo. Inoltre, regala una carica di energia prolungata che mantiene concentrati e limita l’assunzione di calorie.
L’idea di questa bevanda è frutto di un imprenditore americano, Dave Asprey, che ha assaggiato del the al burro di yak in Tibet, una bevanda consumata dagli amanti delle arrampicate che la usano per assicurarsi concentrazione ed energia. Asprey ha così ideato una dieta ricca di grassi e povera di carboidrati  – la dieta Asprey, appunto – che promette di far dimagrire, regalando energia e concentrazione. Il caffè al burro ha un ruolo chiave nel successo americano della dieta di Asprey, ed è fatto con caffè organico, burro non salato di mucche nutrite solo con erba e olio organico di cocco.
I nutrizionisti non sembrano molto d’accordo e resta da vedere se, senza fare arrampicate, l’effetto sui pigri occidentali è identico a quello ottenuto dagli scalatori tibetani!
Ormai la moda è lanciata e l’Europa ne è contagiata: in molti caffè di Londra nel menu è già entrato il  bullet coffee o fat black, nome con cui è stato battezzato il nuovo caffè.

Bullet-Coffee

4/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: