Acqua Santa Croce: in arrivo un nuovo bando

30-11-2018 – Sembra non avere fine la vicenda dello stabilimento di Acqua Santa Croce di Canistro (AQ) che imbottiglia l’acqua delle sorgenti Sant’Antonio Sponga, oggetto di un lungo contenzioso tra la Regione Abruzzo e l’imprenditore Camillo Colella, al quale nell’autunno 2016 venne revocata la concessione.
L’evento causò il licenziamento dei 75 dipendenti, il fermo delle attività dello stabilimento Santa Croce e la dispersione delle acque della sorgente nel fiume Liri con grave danno erariale, al quale la Regione Abruzzo aveva cercato di porre rimedio indicendo un nuovo bando per l’assegnazione della concessione.
La gara ebbe luogo nel dicembre 2016 e, ad avere la meglio tra le aziende partecipanti fu Acque Minerali d’Italia, pronta a rilevare lo stabilimento Santa Croce e a riprendere le attività. Ma una serie di condizioni, tra le quali l’indisponibilità a concedere la proprietà del sito produttivo da parte di Colella, la difficoltà ad individuare terreni da destinare al nuovo stabilimento e, non ultimo, problemi relativi alla documentazione presentata dal vincitore della gara, avevano riportato a zero tutta la vicenda. La Regione Abruzzo si è trovata, a questo punto, a fronteggiare le richieste di risarcimento sia da parte di Acque Minerali d’Italia che da parte del patron della Santa Croce, dovendo in qualche modo risolvere la questione, anche per porre fine allo spreco delle acque e alle conseguenti perdite economiche.
Sembra che si sia finalmente aperto uno spiraglio: in attesa di indire un nuovo bando per la concessione delle sorgenti di Canistro, la regione potrebbe concedere alla Santa Croce un’autorizzazione provvisoria che consentirebbe l’assunzione di personale e porrebbe fine allo sversamento delle acque nel fiume Liri.
Almeno fin quando non si sarà individuato un nuovo concessionario.

Santa Croce

Precedente Crunchy Nature: lo snack di frutta e ortaggi disidratati scelto da AgriAcademy
Il prossimo Venditalia 2018. Intervista con Giuseppe Canonaco di Nayax

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Operazione “Shangai Money”

16-12-2014 – Il segugio superspecializzato è sempre lui, il colonnello Francesco Ferace che alcune settimane fa aveva sgominato la banda della banconota da 300 euro. Questa volta l’operazione è stata

Attualità Italia 0 Commenti

Furto al d.a. del Comune e scoppia un caso politico

05-12-2017 – Il fatto è accaduto a Castelfranco, cittadina in provincia di Pisa, all’interno del Comune: dal distributore automatico installato ad uno dei piani superiori è stato asportata la cassetta

Attualità Italia 0 Commenti

Infermiera imprigionata da un distributore automatico

01-12-2015 – È realmente accaduto all’ospedale Profili di Fabriano, anche se la dinamica dei fatti potrebbe far pensare a una bufala: un’infermiera è rimasta per ore con un dito bloccato

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.