Caffè porzionato compostabile: da una start up un macchinario per tre soluzioni

Compopack srl è una start up romagnola, fondata due anni fa da Steve Lowe, un ingegnere di Faenza con una pregressa esperienza presso la Senzani srl, e il suo collega emiliano Marco Verri.
La società si occupa dello sviluppo di soluzioni sostenibili applicate al mondo dell’agroalimentare. In questo contesto, i due soci hanno realizzato una macchina che produce capsule dal packaging sostenibile, ma anche cialde e capsule in materiali tradizionali. In tal modo, le torrefazioni avranno un unico macchinario da dover utilizzare, qualsiasi sia il tipo di monoporzionato che intendono realizzare. Ciò si traduce in un notevole risparmio di tempo e di risorse.

La soluzione, denominata Ecopod, è stata brevettata e verrà presentata alla prossima edizione della fiera Ecomondo Key Energy che si terrà a Rimini dal 5 all’8 novembre.
Già premiata come uno dei progetti più interessanti del 2022 dalla Commissione di “Start-up & Scale up innovation”,  Ecopod potrebbe essere applicata anche in altri campi, come afferma Steve Lowe: “Abbiamo pensato ad una soluzione che sia perfettamente in linea con i principi dell’eco-sostenibilità di Agenda Onu 2030 e visto l’interesse che questa invenzione ha già suscitato, siamo pronti a nuove sfide per un beneficio concreto anche in altri campi”.

Fonte: Corriere Romagna

5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: