Cattelan D.A.: addio chiavetta, arriva la card

02-05-2016 – CDA di Cattelan, leader nel Nordest nel mercato del vending, è alla costante ricerca di innovazione sul fronte della strumentazione tecnologica, delle partnership con le aziende produttrici del settore alimentare e delle soluzioni per il benessere della persona.
Da tempo l’azienda sta implementando nuovi sistemi di gestione e controllo dedicati alle aziende attribuendo caratteristiche ulteriori a quello che è lo strumento principe della distribuzione automatica: la chiavetta. Oggetto indispensabile presente nei cassetti di tutti i lavoratori, la chiavetta per molte aziende è ormai solo un ricordo.

CDA sta infatti adottando sempre più spesso delle macchine da vending che prevedono l’utilizzo di una card per l’approvvigionamento. In questa card personalizzata vengono caricati i dati del dipendente e ciò consentirà nuovi importanti utilizzi, anche al di fuori dell’ambito di utilizzo classico. CDA_PV_UD_VialeVenezia-011
Per rimanere al vending, ad esempio, la card consente di fornire dei privilegi a una specifica categoria di dipendenti o a tutti ma in momenti particolari: di poter memorizzare la data di nascita del dipendente e di offrire il caffè gratis per speciali ricorrenze, come il compleanno. Oppure, ragionando per genere, consentirà alle aziende di offrire il caffè gratis a tutte le donne l’8 marzo.
O ancora consentirà di poter ottenere gratuitamente una bottiglietta d’acqua ogni giorno del mese di luglio.

Ma come detto, la card diventerà uno strumento utile anche per raggiungere altri obiettivi.
Con una spesa modesta infatti può diventare un vero e proprio badge, utile per diversi scopi: l’accesso in azienda, l’apertura di determinate aree controllate, l’approvvigionamento di speciali strumentazioni di lavoro (DPI, guanti, trapani, oggetti o sostanze pericolose, anche semplice cancelleria) che potrà essere effettuato tramite le solite macchine da vending, programmate però per consentire l’accesso a un determinato prodotto solo ai possessori dei badge corretti, inserendo tutti gli altri in una sorta di “Black List”.
Insomma, un vero e proprio strumento di lavoro onnicomprensivo che aiuterà a svolgere il proprio lavoro meglio e in sicurezza. Oltre che a bere un buon caffè durante la pausa. Magari regalato dall’azienda.

CDA
CDA
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.