Conclusa con un’assoluzione la vertenza RistoroH24

10-07-2019 – In questa news del 26-04-2017 (clicca qui per leggere la notizia “Sotto inchiesta la RistoroH24 per i prezzi ai d.a. del Comune”) vi avevamo riportato il caso che ha visto coinvolta la società di gestione RistoroH24 nella gara per l’assegnazione del servizio vending presso il comune di Perugia.
Nel 2013 si era svolta la gara per la concessione della gestione dei distributori automatici presso la casa comunale perugina, alla quale la RistoroH24 aveva partecipato, pur non avendo l’anzianità di bilancio prevista. Un impedimento a gareggiare superato grazie alla costituzione di un raggruppamento di imprese, tra le quali ce ne era una che soddisfaceva questo requisito.
Cordate di aziende di questo genere rappresentano un “normale” modus operandi ma, secondo i giudici, si sarebbe trattato di un falso, tanto che la società dotata dei requisiti non avrebbe partecipato alla fase successiva della gara, ovvero alla reale fornitura delle macchine e del servizio.
Inoltre, sempre secondo i giudici, la RistoroH24 sarebbe venuta meno a una precisa richiesta del capitolato di gara: la fornitura di determinati prodotti, come quelli dietetici, senza glutine, ecc.
Per questi motivi la RistoroH24 era stata accusata di frode nelle pubbliche forniture.
La perizia di un tecnico che aveva ispezionato i distributori automatici installati nelle varie sedi comunali (171 macchine) aveva poi avvalorato la tesi dei giudici, portando i titolari della RistoroH24 a una condanna a 6 mesi di carcere. Dopo 2 anni, gli avvocati della difesa hanno potuto dimostrare e documentare l’infondatezza delle accuse, riuscendo a ottenere per i 3 imputati l’assoluzione con formula piena.

Precedente Foodness cede la sua maggioranza: la sfida è diventare leader nel "senza"
Il prossimo Nebular di Coges si arricchisce di nuove funzioni

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Il Comune di Sanremo rimuove i distributori automatici

08-08-2013 – Sembra che il contratto con la ditta appaltatrice non fosse regolarizzato e, per questo motivo, il Consiglio Comunale di Sanremo ha deliberato per la rimozione delle macchine. I

Attualità Italia 0 Commenti

Licenziato un dipendente Segafredo. I colleghi fanno squadra

14-02-2017 – Un dipendente della Segafredo di Pianoro (BO), responsabile della manutenzione, è stato licenziato perché il servizio è stato affidato ad una ditta esterna, rendendo nullo il suo ruolo

Attualità Italia 0 Commenti

Il TAR Sicilia accoglie il ricorso contro le ordinanze dei Comuni Plastic Free

10-07-2019 – Il TAR della Sicilia ha accolto il ricorso dei produttori di monouso, rappresentati dalla Federazione Gomma Plastica/Unionplast, contro le ordinanze dei Comuni di Trapani e Santa Flavia (PA),

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.