Da Granarolo arriva La Merenda della Lola

07-05-2019Granarolo S.p.A. – uno dei maggiori operatori agro industriali del Paese a capitale italiano – lancia tra aprile e maggio sugli scaffali della grande distribuzione la nuova gamma La Merenda della Lola, un’innovativa merenda abbinata che vede la collaborazione con due storici brand: Loacker e Yoga.

Le tre referenze a marchio La Merenda della Lola, studiate e approvate da esperti nutrizionisti, sono così composte:

• Yomino Fragola + Loacker Classic Wafer Napolitaner (disponibile a partire da maggio): è la prima merenda abbinata in Italia con uno yogurt fresco, che fa della naturalità il suo tratto distintivo, prodotto con latte 100% italiano, senza aromi, senza conservanti, senza coloranti e senza addensanti, in un’accattivante confezione “squeezable”, che permette di non utilizzare il cucchiaino, con tappo antisoffocamento e che può rimanere fuori dal frigo fino a un massimo di 4 ore.
A completare il kit, una barretta Loacker Classic Wafer Napolitaner: quattro cialde di wafer fragranti che racchiudono tre strati di finissima crema Napolitaner (ben il 75% del prodotto) realizzata con nocciole 100% italiane, senza aromi aggiunti, senza coloranti, senza conservanti e senza grassi idrogenati.

• Snack al Formaggio Granarolo + Thè Deteinato Yoga: è la prima merenda abbinata in Italia con un thè deteinato e la prima con uno snack al formaggio italiano, cotto al forno, naturalmente senza lattosio (<0,01%) e senza glutine, senza conservanti e ricco di proteine, che si conserva anche fuori dal frigo.
Yoga, con i suoi oltre 70 anni di storia, è il marchio italiano leader nelle bevande alla frutta, che rappresenta l’eccellenza della filiera agroalimentare italiana.

• Latte per la Merenda Cacao Granarolo + Loacker Classic Wafer Cremkakao: un abbinamento tra due classici che si conserva anche fuori dal frigo.
All’interno del kit, una barretta Loacker Classic Wafer Cremkakao: tre strati di crema Cremkakao (ben il 75% del prodotto), racchiusi tra quattro cialde di wafer fragranti, senza aromi aggiunti, senza coloranti, senza conservanti e senza grassi idrogenati.

Il mercato delle merende abbinate è in continua crescita, con un’offerta già molto ampia. In questo contesto, la Merenda della Lola si presenta in maniera distintiva grazie alla fiducia dei genitori nei confronti del brand Granarolo e anche nel recupero del personaggio della mucca Lola, nato come protagonista di alcune fortunate campagne televisive e rimasto impresso nei ricordi di molti consumatori.
L’unione tra i tre marchi assicura ulteriore garanzia in coerenza con i valori di naturalità, ingredientistica e italianità, coniugando genuinità, praticità e attenzione verso un’alimentazione sana e controllata.

Il lancio della nuova linea sarà supportato da attività digital, sul punto vendita con materiali di forte impatto e accattivanti per i bambini grazie a totem per scattarsi una foto con la Lola e giornate previste per il periodo di ritorno a scuola a settembre.

La merenda della Lola Granarolo-min

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
[recaptcha]
Precedente Bando di gara Comune di Capaccio - Paestum (SA)
Il prossimo Nestlé Waters, PepsiCo e Suntory entrano nel Consorzio Carbios

Autore

Potrebbe piacerti anche

Prodotti 0 Commenti

La Sprite 6 Mix limited edition

26-03-2014 – L’edizione limitata della Sprite 6 Mix nasce dalla collaborazione col campione di basket  LeBron James, cestista dei Miami Heat, soprannominato The King James per la sua stazza: 203

Prodotti 0 Commenti

Fabio Cannavaro testimonial delle Lay’s (Video)

28-04-2014 – Sarà Fabio Cannavaro, campione del mondo della Nazionale italiana di calcio e oggi dirigente sportivo, il testimonial delle patatine Lay’s nel nostro Paese. La campagna on air partirà

Prodotti 0 Commenti

La messa in sicurezza nella movimentazione dei carichi

31-01-2018 – A volte i dispositivi di sicurezza in dotazione al personale addetto alla movimentazione dei carichi all’interno dei magazzini non bastano ad evitare incidenti e a salvaguardare l’incolumità dei

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.