Il TAR di Palermo autorizza la vendita di alcolici nei punti vendita automatici

Con l’obiettivo di contenere la movida, lo scorso maggio, un’ordinanza del sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha imposto ai pub il divieto di vendita di bevande alcoliche dopo le 20 e prima delle 8. Tale divieto è stato esteso anche ai distributori automatici, ma non ad altre attività artigianali come gastronomie, rosticcerie, etc.), autorizzati alla vendita per asporto.
Una disparità di trattamento che ha suscitato la reazione di Antonio Romano, legale rappresentate della Luxury Life srl, una società che gestisce alcuni punti vendita con distributori automatici nella città di Palermo.
Assistito dall’avvocato Adriano Tortora, Antonio Romano ha presentato ricorso ai giudici del TAR che si sono pronunciati con sentenza favorevole verso il gestore.
Abbiamo fatto presente – ha spiegato l’avvocato Tortora – che si sarebbero create delle differenziazioni ingiustificate: perché le rosticcerie sì e i distributori automatici no? Un’evidente disparità di trattamento che avrebbe causato un danno grave irreparabile, all’azienda e all’indotto. L’ordinanza è sperimentale e valida per 30 giorni. Il presidente della seconda sezione ha favorevolmente accolto la richiesta nei limiti indicati e dunque i distributori automatici potranno vendere sino a mezzanotte“.

La camera di consiglio si riunirà il prossimo 10 luglio per la trattazione collegiale della vicenda.

5/5 (2)

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.