Manovra 2021. Confermato Bonus Pubblicità per gli anni 2021-2022

Il 30 dicembre 2020 è stata pubblicata in Gazzetta ufficiale la legge di Bilancio 2021 (legge 178-2020) che, tra le varie misure, prevede la proroga del Bonus Pubblicità per gli anni 2021 e 2022 con l’obiettivo di sostenere il Settore dell’informazione che soffre di una progressiva e drastica riduzione degli investimenti pubblicitari.

Si conferma, quindi, l’incentivo partito nel 2017 (DL 50/2017) e rinnovato anno dopo anno con alcune rimodulazioni.
Per quanto riguarda il 2021 il bonus pubblicità è rivolto a imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali, che hanno effettuato investimenti pubblicitari sulla stampa quotidiana e periodica, anche online. Sono esclusi gli investimenti pubblicitari sui canali televisivi e radiofonici. Per il biennio 2021-2022 il credito d’imposta sarà concesso nella misura unica del 50% del valore assoluto degli investimenti pubblicitari effettuati.

L’agevolazione sarà concessa entro il limite massimo di 50 milioni di euro per ciascuno anno. Se i crediti richiesti con le domande superano l’ammontare delle risorse stanziate, si provvede a una ripartizione percentuale delle risorse tra tutti i richiedenti aventi diritto.

Non sarà pertanto necessario avere effettuato investimenti incrementali rispetto all’esercizio precedente come era previsto dal credito di imposta pubblicità “a regime” (articolo 57-bis, comma 1-bis, del Dl n. 50/2017).

Il credito d’imposta si utilizza in compensazione, attraverso il modello F24, la domanda si presenta all’Agenzia delle Entrate attraverso apposita procedura telematica.

5/5 (9)

Lascia una valutazione

Condividi su: