Nasce in Francia un’Alleanza per riciclare le capsule di alluminio

A marzo 2019, Nespresso ha lanciato un appello globale ai produttori di caffè porzionati, invitandoli a unirsi per aprire la strada a un sistema globale di riciclaggio per le capsule di alluminio. Sei mesi dopo, prende forma una prima partnership francese: Nespresso, Nestlé e JDE (Jacobs Douwe Egberts) hanno dato vita all’Alleanza per il riciclaggio delle capsule di alluminio. Insieme, stanno lanciando un appello al mercato per estendere la catena di riciclaggio avviata da Nespresso 10 anni fa, con l’obiettivo di riciclare tutte le capsule di caffè in alluminio.Dal 2008, Nespresso France ha moltiplicato le sue iniziative per riciclare efficacemente le capsule usate, istituendo punti di raccolta nei suoi punti vendita.
Oggi, il 90% dei clienti di Nespresso ha una soluzione di riciclaggio vicino alle proprie case e il 25% dei francesi ha l’opportunità di riciclare le proprie capsule e tutti i loro piccoli imballaggi in alluminio direttamente nel cestino di colore giallo presente nella maggior parte delle città. L’obiettivo è di raggiungere in Francia il 50% entro il 2022.
Insieme, questi importanti player del caffè svilupperanno, da un lato, nuovi punti di raccolta, allestendo  diverse centinaia di punti di raccolta in alcune catene di vendita al dettaglio e, dall’altro, lavoreranno per incrementare la raccolta di alluminio nei cassonetti della differenziata.

Arnaud Deschamps, Amministratore delegato di Nespresso France afferma:
“Dopo 10 anni di impegno e la creazione di un efficiente partenariato pubblico-privato che consente il riciclaggio di tutti i piccoli imballaggi in alluminio in Francia, chiamato “Progetto Metal”, sono lieto di creare questa Alleanza per il riciclaggio di Capsule di alluminio con JDE e per incoraggiare tutti gli altri produttori di capsule di alluminio a unirsi a noi. Il lancio di questo modello unico di riciclaggio, la cui esperienza si è dimostrata efficace, è una questione chiave per una transizione di successo verso un’economia circolare.”

L’alluminio è riciclabile al 100% e può essere riutilizzato quasi indefinitamente. Tuttavia, nella maggior parte dei paesi, l’infrastruttura di riciclaggio pubblica non è in grado di lavorare piccoli imballaggi leggeri come le capsule di caffè in alluminio. A questa problematica risponde l’Alleanza tra le tre aziende.
Tutte le capsule raccolte tramite il cestino giallo vengono portate in un forno a pirolisi e l’alluminio così recuperato viene utilizzato per fabbricare altri oggetti, come biciclette, computer, motori di automobili,  e così via. Tutte le capsule raccolte con altro mezzo (negozi Nespresso, centri di smaltimento rifiuti, supermercati, ecc.) vengono inviate a un centro di lavorazione specifico per capsule di alluminio: i fondi di caffè vengono riciclati in biogas e compost, l’alluminio viene utilizzato per creare nuovi oggetti.

“In un contesto di emergenza ecologica, noi, come grandi aziende agroalimentari, abbiamo la responsabilità di reagire per ridurre l’impatto ambientale dei nostri imballaggi. Siamo convinti che attraverso le dinamiche collettive troveremo le risposte appropriate a questi problemi e che saremo in grado di trasferirli efficacemente ai cittadini francesi. Sono orgoglioso di realizzare questa Alleanza per il riciclaggio delle capsule di alluminio, resa possibile solo dalla nostra volontà e determinazione comune con Nespresso per unire le forze. Chiedo ai produttori di capsule di alluminio di unirsi al movimento e lavorare insieme per un’economia circolare.” conclude Juan Amat, CEO di JDE France.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su:
Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.