Ottimi risultati in pochi mesi per la startup FrescoFrigo

14-05-2019 – FrescoFrigo, la prima startup italiana, dedicata all’healthy food, (di cui avevamo già parlato in questo articolo di ottobre) nasce con l’idea di sviluppare un nuovo concetto di retail: piccolo, tecnologico, intelligente, di prossimità e accessibile 24/7 per distribuire solo cibo sano.

L’esordio a settembre 2018 e l’avvio del primo round d’investimenti sono quasi contestuali e l’esito assai positivo con 1,2 milioni di euro in pochi mesi (settembre’18 – gennaio’19), raccolti grazie a investitori privati: Andrea Dusi, Mega Holding, Futuro Investimenti, Embed Capital, Metrica Ventures, Wonder SpA e il partner industriale Epta SpA (marchio IARP). Il round permetterà a FrescoFrigo un’autonomia di ben 18 mesi.

FrescoFrigo nasce da due menti vulcaniche, quella di Enrico Pandian, startupper seriale, ideatore e fondatore di Supermercato24 e Checkout Technologies (solo per citare alcuni dei suoi ultimi successi) e quella Tommaso Magnani, fondatore di GoodAppetito e una specializzazione in psicologia della soddisfazione dei consumatori digitali.
“I numeri del delivery food italiano sono in costante crescita, 11% annuo per un valore di 2,4 miliardi e le persone che mangiano fuori casa sono oltre 7 milioni, praticamente assumiamo sempre di più cibo che non cuciniamo e la qualità degli alimenti diventa indispensabile per migliorare il benessere delle persone. A questa esigenza risponde FrescoFrigo” hanno dichiarato i due fondatori, Pandian e Magnani.

Obiettivo 2019 di FrescoFrigo è l’installazione di 200 frigoriferi (sette sono già operativi) tecnologici e intelligenti con prodotti freschi e di qualità pensati per le necessità delle persone attente al proprio benessere e stile di vita, che prediligono un’alimentazione sana, naturale e a km zero.
Le vending machine sono pensate per i canali più vari – uffici (con almeno 150 dipendenti), palestre, università, ospedali e business hotel – e installate a costo zero per le location. L’offerta di cibo è curata e realizzata da laboratori di cucina e ristoranti di prossimità, al massimo 500 metri dall’ubicazione dei frigo, con refil giornaliero entro le ore 10.30 della mattina e ritiro dei prodotti in scadenza.

Grazie alla tecnologia innovativa di cui sono dotate queste vending machine il fornitore-ristoratore può monitorare lo status del frigo, modificare il refil in base al gradimento dei singoli prodotti e migliorare così l’offerta, personalizzandola in base alle preferenze dei consumatori.

La complessità dell’inventario degli alimenti, dai 140 ai 200, differenziati per i vari momenti della giornata, (dalla colazione, al pranzo, passando per la pausa pomeridiana sino agli spuntini serali) e le procedure di acquisto e pagamento sono gestite da dispositivi integrati capaci di leggere l’RFID dei cibi (identificazione di informazioni automatica collegata ad etichette elettroniche), mentre i consumatori grazie all’app FrescoFrigo, gestiscono il wallet digitale (pagamenti e inserimento dei ticket restaurant digitali) sbloccano la porta del frigo e scelgono cosa mangiare, il sistema rileva l’operazione e addebita al cliente il costo del prodotto. La scelta è infinita dai piatti pronti agli snack, dai dessert ai succhi e tanto altro ancora.

E il business? Il ricavo annuo per ogni frigo è stimato in 50.000 di euro, ogni gestore sostiene il costo di acquisto iniziale del frigo personalizzato (circa 900 euro), un noleggio mensile e le revenue sul venduto, ma può contare su una delivery ottimizzata, un solo rifornimento giornaliero per tutte le location fornite, con conseguente risparmio di risorse (mezzi e persone) e l’offerta ai propri clienti di soluzioni healthy food a due passi dalla propria postazione di lavoro, sempre pronte e disponibili in qualsiasi momento della giornata. Un grande plus per i clienti, una user experience di qualità, e le vending machine finalmente cambiano volto.

frescofrigo

Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
[recaptcha]
Precedente A Vado Ligure il più grande silos di caffè verde in Europa
Il prossimo Bibo Italia al TG La7 sulla questione della plastica monouso

Autore

Potrebbe piacerti anche

Aziende 0 Commenti

Il Gruppo BRITA rinnova il supporto all’organizzazione WDC

12-01-2018 – BRITA rinnova la collaborazione con l’organizzazione WDC (Whale and Dolphin Conservation) per un altro anno. Anche quest’anno la donazione natalizia del Gruppo BRITA va alla più grande associazione no

Aziende 0 Commenti

New entry in Saeco Vending & Professional

12-05-2015 – Con l’obiettivo di potenziare lo staff commerciale, Saeco Vending & Professional in una continua logica di rafforzamento e copertura del mercato a 360°, ha inserito nel team di vendita il Sig.

Aziende 0 Commenti

Brita Professional sponsorizza le selezioni del Campionato Italiano Baristi

06-11-2014 – BRITA professional sponsorizza la tappa barese delle selezioni del Campionato Italiano Baristi, che si terranno nel capoluogo pugliese il 7 e l’8 novembre. Le selezioni sono organizzate da IMBAR-Scarangelli

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.