Pagamenti elettronici. Arriva il TAG di Apple Pay

31-05-2019 – In occasione della Transact Conference di Las Vegas, una delle conferenze più importanti per ciò che concerne le transazioni finanziarie e i pagamenti elettronici, Jennifer Bailey, vice presidente di Apple Pay, ha fatto un interessante annuncio, riguardante alcune novità del sistema di pagamenti elettronici di Apple.
Si tratta del TAG di Apple Pay, ovvero un’etichetta munita di chip NFC da applicare agli oggetti, che  consente di attivare un pagamento elettronico con Apple Pay senza necessariamente passare da un POS contactless.
Alla base del sistema c’è l’uso del sistema Apple Pay per i siti web. In pratica il chip NFC attiva un link al sistema di pagamento per il servizio richiesto, attivando un collegamento sicuro (generato da un link HTTPS) a cui fa seguito il pagamento sul dispositivo.
L’uso dei TAG può essere utile per i tutti i sistemi automatici, in particolare distributori automatici, parcometri, biglietterie. Sebbene la novità abbia già suscitato l’interesse di alcune aziende, non è ancora chiaro quali siano le procedure da attivare per ottenere i TAG, attraverso i quali procedere ai pagamenti.

Apple Pay

Precedente Grazie alla serie Stranger Things torna la New Coke anni ‘80
Il prossimo Tropical lancia l'Aloe Vera al Mango

Autore

Potrebbe piacerti anche

Aziende 0 Commenti

Lollo Caffè festeggia il Natale sulle reti RAI

02-12-2015 – Dical srl, l’Azienda campana famosa per il marchio Lollo Caffè e il claim  #gustoepassione ha intrapreso, in occasione del Natale, una campagna di comunicazione più massiccia e di respiro nazionale

Aziende 0 Commenti

Ingenico Group. Nuovo ruolo internazionale per Cavazzana

07-03-2017 – Il Gruppo Ingenico ha nominato Luciano Cavazzana “SVP EMEA, Banks & Acquirers Business Unit”: un ruolo internazionale di rilievo che prevede il coordinamento dell’intera Regione EMEA per la Business

Aziende 0 Commenti

Nestlé investe nei siti produttivi italiani

19-12-2016 – È stato ufficialmente definito il piano d’investimenti previsto da Nestlé per il biennio 2017-2018 e che riguarda due importanti siti produttivi italiani, quello della Perugina di San Sisto

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.