PepsiCo: ricavi in crescita, ma solo grazie agli snack

19-07-2018 – Secondo trimestre 2018 positivo per i conti di PepsiCo, che ha infatti chiuso con ricavi in aumento del +2,4%, attestandosi sui 16,09 miliardi di dollari; a livello organico la crescita del fatturato sarebbe stata del +2,6%.
Il secondo trimestre del 2018 si è chiuso con un utile netto di 1,82 miliardi di dollari, in calo del 14% rispetto ai 2,11 miliardi del secondo trimestre del 2017 e anche l’utile per azione è calato, passando da da 1,46 a 1,28 dollari.
Ma quello che sembra il dato più preoccupante riguarda le vendite in Nord America, il mercato maggiore per l’azienda, dove la Pepsi vede calare le sue vendite per il terzo trimestre consecutivo: una riduzione dello 0,9%, 5,19 miliardi di dollari.
Positivo invece il dato degli snack, in particolare la società ha battuto le stime del mercato soprattutto per quanto riguarda il marchio Frito Lay. PepsiCo, oltre allo storico marchio Pepsi-Cola possiede fra gli altri i marchi Gatorade, Frito-Lay, SoBe, Lay’s (il brand di patatine più venduto al mondo), Naked, 7 Up e Tropicana. Frito-Lay North America produce distribuisce e vende patatine disidratate e altre tipologie di merendine, snack a base di formaggio, tortilla fritte (brand “Doritos” e “Fritos”), pretzel.
Il comparto delle bevande nordamericano di Pepsi ha dovuto fronteggiare l’aumentata concorrenza da parte di altri brand e i cambiamenti dei gusti dei consumatori. Per questo, molti analisti indicano come via di “salvezza” la possibilità di sganciare il comparto snack da quello delle bevande, cosa che non trova favorevole l’azienda.

Pepsico Beverages International è la quarta multinazionale nel food & beverage, dopo Nestlé, Kraft e Unilever, e prima di The Coca-Cola Company. I vertici di PepsiCo stimano per l’intero esercizio una crescita del fatturato almeno in linea con il trend registrato lo scorso anno (+2,3%). In Italia è presente con i marchi Pepsi, Gatorade, 7 Up, l’aranciata Slam e Propel Fitness water, sviluppando un fatturato vicino ai 250 milioni di euro.

Precedente TFR. Decade l'obbligo di erogazione in busta paga
Il prossimo Latteria Merano lancia lo yogurt da bere in eco pack: 70% di plastica in meno

Autore

Potrebbe piacerti anche

Aziende 0 Commenti

HOST 2015. Il successo di Panafè nei commenti di E. Paolo Costa

06-11-2015 – Grande affluenza, grande interesse per lo stand Panafè ed enorme orgoglio per Enrico Paolo Costa, CEO di Commerciale Adriatica proprietaria del brand, impegnato insieme al suo staff in una

Aziende 0 Commenti

La riconoscenza di Coca-Cola verso i migranti arriva dai droni (Video)

21-07-2015 – Tema di grande attualità quello dei milioni di migranti che prestano il loro lavoro nel mondo, un lavoro che spesso passa inosservato o non viene apprezzato ma di

Aziende 0 Commenti

Dalla partnership tra Ortoromi e Parmareggio un nuovo piatto pronto

06-09-2013 – L’insalata, sempre più protagonista della pausa pranzo, arricchisce le sue proprietà nutritive e benefiche unendosi ad un’eccellenza della produzione casearia italiana: il parmigiano reggiano. L’idea appartiene a due

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.