Pere snack, la proposta per incrementare la vendita del frutto

26-07-2017 – Si è tenuto lo scorso mese a Wenatchee (Washington, Stati Uniti) Interpera, l’annuale convegno dedicato al frutto, durante il quale ci si è soffermati, tra i vari argomenti, anche su come poter aumentare le vendite delle pere nel mercato degli Stati Uniti.
Di particolare interesse a riguardo è stata la relazione di Amit Dhingra, professore dell’Università di Washington, il quale ha osservato che uno dei modi più efficaci per incrementare la vendita di un frutto è proporlo sotto forma di snack, ne è un esempio ciò che è accaduto per le mele.
Negli ultimi anni, di fatto, il mercato delle mele si è di molto ampliato, creando un business da cifre stellari: basti pensare che anche la catena di fastfood McDonald’s ha iniziato a proporre mele pronte da mangiare, vendendo nel solo 2015 circa 250 milioni di confezioni.
Proporre la frutta come snack pronto da mangiare, implica anche forti guadagni per tutta la filiera, poiché una porzione di frutta pulita e pronta da mangiare, viene proposta ad un prezzo abbastanza elevato rispetto al costo del frutto al kilo, e questo varrebbe anche per le pere.
Quello che è certo è che le pere, ancora più delle mele, sono un frutto che richiede abbastanza tempo per essere sbucciato e ciò sicuramente è un punto a sfavore del suo consumo: la formula snack eliminerebbe una serie di problemi, rendendo il prodotto appetibile per molti più consumatori.
Le pere in formato snack incontrerebbero, inoltre, anche le tendenze del momento in campo alimentare, che vedono il proliferare di snack sani e naturali. Inoltre, anche nel vending c’è chi ha pensato di puntare sulla frutta pronta da mangiare, con distributori automatici dedicati e studiati appositamente per la conservazione della frutta.

 

pere

pere


Precedente Expo Vending Sud 2017. Intervista con Giuseppe Trinca
Il prossimo J-Momo porta l'alta cucina nel vending

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Estero 0 Commenti

Messico. Starbucks dona 180.000 piante di caffè

17-02-2015 – È il risultato del progetto Todos Sembramos Café – Tutti coltiviamo caffè – che Starbucks ha lanciato in Messico per aiutare i coltivatori in difficoltà a causa delle

Attualità Estero 0 Commenti

Alibaba e Ford: app e distributori automatici per comprare auto in Cina

29-03-2018 – Ne avevamo parlato in questa News del 15 dicembre 2017, quando l’idea era ancora in fase di bozza, ed ora è una realtà ormai concreta quella del “Super

Attualità Estero 0 Commenti

USA. Arriva lo Zippie Taxi senza autista ma con i d.a. a bordo

16-04-2015 – Bill de Blasio, sindaco di New York, ha firmato con Google un contratto per portare in città, entro l’anno prossimo, 5.000 Zippie,  le auto ibride senza conducente che saranno

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.