Satispay con Emergency per sostenere il popolo afgano in questo momento difficile

Dopo la campagna “Nessuno Escluso” lanciata accanto a Oxfam per sostenere le persone e le famiglie che, a causa della pandemia, si sono ritrovate in difficoltà economiche, Satispay affianca Emergency per dare un aiuto concreto al popolo afgano che, con l’insediamento dei talebani al governo, è vittima di violenze e soprusi.
Un momento difficile per l’Afghanistan che, tuttavia, non ha intimorito i volontari di Emergency, decisi a restare nel Paese per continuare la loro opera, sfidando il concreto rischio di diventare bersaglio di rappresaglie da parte dei soldati talebani.

EMERGENCY è presente in Afghanistan dal 1999, con due centri chirurgici per vittime di guerra a Kabul e Lashkar-gah, un centro chirurgico e pediatrico, un centro di maternità ad Anabah, nella Valle del Panshir, e una rete di 44 posti di primo soccorso. Grazie a queste strutture, messe in piedi con grande difficoltà, i medici di Emergency hanno potuto curare più di 7 milioni di persone.

Oggi il loro lavoro diventa ancora più complicato e rischioso e, per questo motivo, hanno bisogno di maggiore supporto. Un richiamo a cui Satispay ha immediatamente risposto, avviando un progetto di raccolta donazioni attraverso il sito internet o l’app e grazie alla generosità dei suoi utenti.
“Uniti per l’Afghanistan” è l’iniziativa che aiuterà Emergency a continuare a curare chi ha bisogno: uomini, donne e bambini vittime di guerra o traumi civili; a far partorire le donne afgane in modo sicuro; a offrire formazione al personale locale.

5/5 (1)

Lascia una valutazione

Condividi su: