Credito d’imposta alle imprese che acquistano prodotti riciclati

credito d'imposta21-01-2019 – La Legge di Bilancio 2019 (L. 145/2018) ha introdotto un nuovo credito d’imposta, come indicato nei commi 73 /77  per gli anni 2019 e 2020, riservato alle imprese che acquistano prodotti riciclati o imballaggi realizzati con materiali compostabili o riciclati.
Il credito è riconosciuto nella misura del 36% delle spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di:

  • prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata degli imballaggi in plastica
  • imballaggi biodegradabili e compostabili secondo la normativa UNI EN 13432:2002
  • derivati dalla raccolta differenziata della carta e dell’alluminio.

Tale credito d’imposta, utilizzabile esclusivamente in compensazione, può raggiungere un importo massimo annuale di € 20.000 per ciascun beneficiario, nel limite massimo complessivo di un milione di euro annui per gli anni 2020 e 2021.
Il beneficiario dovrà indicarlo nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di riconoscimento del credito.
È in preparazione un apposito decreto ministeriale, che dovrà definire, entro 90 dall’entrata in vigore della legge, anche i requisiti tecnici e le certificazioni idonee ad attestare la natura ecosostenibile dei prodotti e degli imballaggi per i quali viene richiesta l’agevolazione.

Fonte: fiscoetasse.com

Precedente Bando di gara Accademia delle Belle Arti di Frosinone
Il prossimo World Matic per un Vending Zero Plastica

Autore

Potrebbe piacerti anche

Norme e Leggi 0 Commenti

L’Agenzia delle Entrate comunica via SMS

03-11-2016 – È l’ultima novità dell’Agenzia delle Entrate pensata per non lasciare mai solo il contribuente, fargli da promemoria e ricordargli scadenze e incombenze. Si tratta di un servizio di

Norme e Leggi 0 Commenti

Gare. Da aprile 2016 stop al massimo ribasso

19-11-2015 – Con 348 voti favorevoli, 78 contrari e 25 astenuti la Camera ha approvato il nuovo disegno di legge delega sulle gare d’appalto, che va ora al Senato per l’approvazione

Norme e Leggi 0 Commenti

Corrispettivi. I primi dati sugli invii all’Agenzia delle Entrate

12-05-2017 – Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, sarebbero interessanti i risultati della nuova fiscalità, dopo solo due settimane dall’entrata in vigore dell’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.