Ruba al distributore e per fuggire morde la gamba del militare

08-10-2018 – Un epilogo davvero singolare per il caso di un furto al distributore automatico, accaduto ad Altopascio in provincia di Lucca, presso la Bama che produce articoli per la casa e per il tempo libero.
Già più volte vittima dei ladri e sempre per furti ai distributori automatici installati nella sua azienda, il titolare della Bama, dopo gli episodi verificatisi in estate, si era dotato di un impianto d’allarme collegato al suo cellulare, in modo da essere tempestivamente avvisato, se qualcuno si fosse introdotto all’interno della struttura.
Cosa che si è regolarmente verificata qualche giorno fa: avvisato che qualcuno era in azione nel suo negozio, il proprietario della Bama ha a sua volta allertato un militare suo amico, che si è subito recato sul posto, beccando il ladro ancora in azione. Il tentativo di bloccarlo si è tramutato in una colluttazione ed il ladro, un abitante della zona, non sapendo come liberarsi ha sferrato un morso ad una gamba del militare, causandogli una ferita che lo ha costretto alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di zona. Per fortuna, il sottufficiale è riuscito a bloccare il ladro, che è stato condannato per direttissima agli arresti domiciliari.

FURTO

Precedente Venditalia 2018. Intervista con Antonio Pavan di MARK srl
Il prossimo CONFIDA. Per gli associati un corso di formazione sull'e-commerce

Autore

Potrebbe piacerti anche

Attualità Italia 0 Commenti

Andata deserta la gara del cimitero

17-06-2014 – Il 5 giugno avrebbe dovuto esserci l’apertura delle buste relativa al bando di gara del Comune di Borgomanero (NO) che intendeva assegnare il servizio di vendita automatica di

Attualità Italia 0 Commenti

Rio Mare con WWF verso 100% tonno da pesca sostenibile

02-07-2018 – In occasione dell’incontro “Insieme per gli Oceani”, che si è tenuto il 20 giugno, Bolton Food – attraverso il brand Rio Mare – ha annunciato di aver raggiunto, a un anno dalla firma della partnership

Attualità Italia 0 Commenti

Stato di agitazione allo stabilimento Santa Croce

19-09-2016 – Sono trascorsi solo pochi giorni dall’avvio della mobilità per tutti e 75 dipendenti dello stabilimento abruzzese di Acqua Santa Croce e già la situazione si complica. I lavoratori,

0 Commenti

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a Commentare questo post!

Lascia un Commento

Registrati solo gli utenti possono commentare.