Larq, la borraccia riutilizzabile dell’era digitale, è arrivata in Europa

18-09-2019 – Più che una borraccia, Larq è un sistema digitale portatile per purificare l’acqua da bere, ideato e brevettato da una società americana ed arrivato da poco in Europa, dove ha fatto la sua prima apparizione nei grandi magazzini Selfridges di Oxford Street a Londra.
Lo diciamo subito: il prezzo di 95 sterline (circa 110 euro) è improponibile per il consumatore medio, trattandosi di un prodotto che si pone come soluzione al problema della plastica e alla corretta igienizzazione delle borracce riutilizzabili, alternativa sempre più diffusa alla bottiglia in pet.
Ma vediamo i dettagli: Larq è una borraccia in acciaio inox in grado di mantenere le bevande fredde per 24 ore, ma anche di tenerle al caldo per 12 ore ed è quindi utilizzabile sia d’estate che d’inverno.   Ciò che la rende unica è la tecnologia al Led posizionata nel tappo, capace di abbattere oltre il 99% dei batteri che si formano lungo le pareti interne del contenitore. Il Led, alimentato da una batteria al litio, viene azionato di volta in volta, prima di riempire la borraccia, ma può essere anche programmato in automatico, di modo che la luce igienizzante si attivi da sola ogni due ore.
Tale sistema garantisce la purezza dell’acqua o di qualsiasi altra bevanda vi si inserisca e, contemporaneamente, neutralizza i cattivi odori, altro problema che si riscontra quando si fa uso di contenitori riutilizzabili.
Di positivo rispetto al prezzo poco accessibile, c’è il fatto che l’1% dei ricavi viene destinato a progetti tesi a combattere l’inquinamento da plastica.

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: