Le nuove capsule Dodicigrancru di Bazzara autoprotette e in alluminio

All’interno del suo percorso verso una gestione dell’attività sempre più sostenibile, la storica torrefazione triestina Bazzara – società Benefit a conduzione familiare – ri-lancia sul mercato uno dei suoi prodotti di punta, ovvero le nuove capsule Dodicigrancru  compatibili Nespresso® in una nuova veste, autoprotette e in alluminio, materiale  infinitamente riciclabile. Il suo riciclo consente di risparmiare circa il 90% dell’energia necessaria per produrlo partendo dalla materia prima, allunga anche la shelf life del prodotto, mantenendo al contempo inalterato l’aroma del caffè.

In questo modo, le capsule monodose rispondono all’obiettivo di eliminare la plastica monouso, finalità che la torrefazione sta portando avanti all’interno dell’azienda non solo per quanto riguarda i prodotti in vendita ma anche, ad esempio, all’interno del proprio processo logistico. Un esempio? La conversione di tutti gli imballaggi secondari in carta certificata FSC, ovvero proveniente da materiale di riciclo o scarto per contribuire a migliorare la conservazione delle risorse forestali.
Conversione che ha coinvolto anche la confezione stessa delle capsule, a sua volta certificata appunto FSC e, grazie al nuovo design, un packaging che presenta dimensioni ridotte rispetto ai precedenti, consentendo una razionalizzazione dei volumi, processo fondamentale per l’ottimizzazione dei trasporti. Le capsule verranno proposte in astucci da 10 capsule ciascuno, vendibili singolarmente, e in una master “salvaspazio” contenente 10 astucci.

Accanto a ciò, è d’obbligo sottolineare la qualità di Dodicingrancru: un espresso che propone uno straordinario equilibrio fra 12 delle migliori Coffea Arabica al mondo, garantendo una perfetta armonia tra acidità e amarezza, accoppiata con un retrogusto speziato e sapori che ricordano il cioccolato fondente.

 

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: