È un progetto vending il vincitore dell’ultima edizione del Samsung Innovation Camp

Si è conclusa la scorsa settimana l’edizione 2021 del Samsung Innovation Camp, progetto nato nel 2017 con l’obiettivo di accompagnare gli studenti e le studentesse delle università italiane in un percorso formativo, volto a offrire loro quelle competenze digitali in linea con le richieste del mercato, contribuendo a costruire i profili professionali del futuro.
Svoltosi presso l’Università degli Studi di Perugia, tra gli oltre 360 partecipanti di questa edizione, il team vincitore si è cimentato nell’elaborazione di un progetto legato alla comunicazione e alla sostenibilità nella Distribuzione Automatica. Un tema cruciale per la promozione del Settore, scelto in collaborazione con Liomatic, azienda leader del comparto ben radicata nel territorio umbro e che ha fatto da giudice dei progetti presentati dai concorrenti.
Agli studenti del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Perugia è stato richiesto di identificare una strategia per comunicare all’esterno e ai consumatori la visione green di Liomatic, con l’obiettivo finale di migliorare la brand reputation in ambito sostenibilità, diffondendo la consapevolezza che i distributori automatici erogano alimenti sani.

Il gruppo vincitore ha pensato una soluzione per migliorare la reputazione del marchio, trasmettere la visione green di Liomatic e diffondere uno stile di vita ecologico, rivolta principalmente a studenti universitari, start-up e aziende e infine alle scuole pubbliche.
La proposta prevede l’implementazione di distributori automatici intelligenti collegati a un cloud (IoT) e raccoglieranno i dati degli acquisti. I beacon invieranno messaggi ai potenziali clienti nelle vicinanze e l’App “My Lio” consentirà di pagare senza contanti, di ricevere offerte e ovviamente di raccogliere dati. Gli studenti hanno pensato anche a delle iniziative di co-marketing e programmi di fidelizzazione per creare affiliazioni al marchio e consigliare prodotti verdi e salutari. I display di grandi dimensioni potrebbero essere usati come banner (digital signage) per mostrare informazioni sul modo migliore per smaltire l’imballaggio. Per evitare gli sprechi hanno suggerito, oltre a un metodo per donare il cibo invenduto, anche l’utilizzo di uno specifico software di analisi dei dati, al fine di fornire la quantità esatta di merci e prevenire carenze o avanzi.

Ilaria Caporali, Amministratore Delegato di Liomaticha dichiaratoGrazie al Progetto Samsung Innovation Camp abbiamo avuto l’opportunità di entrare in contatto con il punto di vista dei giovani consumatori di oggi e di domani. È stato un banco di prova molto stimolante, sia per noi sia per i ragazzi, che ci ha portato a riflettere e guardare il nostro settore con occhi differenti. Il tema della comunicazione e della sostenibilità è stato affrontato in maniera chiara, soddisfacente e del tutto nuova, con suggerimenti e spunti utili per migliorare il percorso da noi intrapreso.”

Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

Condividi su: